Crea sito

Recensione

Foto

Ciao a tutti voi che pazientemente leggete ciò che scrivo, come state? Oggi sono qui per parlarvi di un nuovo libro!
Titolo: Venere Ericina
Autrice: Concetta Amato
Data di pubblicazione: 4 Giugno 2018
Numero di pagine: 200

Annachiara e Elena sono due amiche, praticamente nate e cresciute insieme, nel piccolo paese di Erice, in Sicilia.
Tra le due si è instaurato con il tempo un patto: devono rimanersi accanto per sempre, l’una per l’altra dev’essere una certezza e tra le due non deve esserci nessun tipo di rivalità o invidia, nonostante Annachiara con il tempo verrà soprannominata “Venere” o “Dea” a causa della sua bellezza senza pari ad Erice, una bellezza straordinariamente oggettiva: non si può, infatti, provare a confutarla, perché a parlare non sarebbe la ragione ma l’invidia.
Queste due ragazze fanno parte sin da piccole di una comitiva formata da vari ragazzi: Marco, Zelindo, Luisa, Silvia, Prinz e Carlotta. Le vite di questi ragazzi scorrono tranquillamente, formate da riunioni tra loro dove discutono del loro futuro, episodi scolastici e piccole feste a cui partecipano.
È proprio ad una di queste feste che decidono di invitare anche Daniel, anche lui un ragazzo bellissimo e con una storia interessante alle spalle. Essendo invaghito da un po’ di tempo dalla “Dea”, lui tenta sin da subito di far nascere qualcosa tra i due.
Le vicende trascorrono tranquillamente, con i soliti drammi amorosi adolescenziale, ma un evento drammatico segnerà per sempre la storia di questi ragazzi e li farà ricredere su delle persone che hanno conosciuto e con le quali hanno avuto degli incontri, che seppur brevi avevano già lasciato le loro menti e le loro anime piene di interrogativi.
Cosa sarà successo? Potete scoprirlo solo leggendo il libro.
Personalmente mi sento di consigliarvi questa lettura, è stata piacevole e mi ha fatto riflettere molto sul fatto che, forse, molte persone di cui ci circondiamo, spesso non sono chi noi pensiamo, e nascondono un passato che può ritrovarsi collegato a noi, anche indirettamente. Perciò mi ha portata a chiedermi: e io di chi posso fidarmi realmente? Sono giunta alla conclusione che probabilmente posso fidarmi solo di me stessa, anche se ancora non ho capito molto lati del mio essere.
Ringrazio moltissimo la gentilissima autrice per le belle parole che mi ha riservato, queste piccole attenzioni mi riempiono il cuore e mi fanno sentire orgogliosa di tutto il “lavoro” che faccio.
Colgo l’occasione per ringraziare anche tutte le persone che mi seguono e leggono ciò che scrivo, è bellissimo sapere che qualcuno apprezza ciò che io scrivo.
https://www.instagram.com/cetty_amato/?hl=it
A presto!
@la_lettrice_

lalettrice

Mi chiamo Giusi, ho 17 anni e amo leggere.
Amo la poesia, credo che proprio come diceva Shakespeare, attraverso le parole delle poesie rendiamo immortali i nostri sentimenti.
Amo anche aiutare autori emergenti o case editrici a far conoscere stupendi libri.
Grazie a chiunque spenderà il suo tempo a leggere le mie parole, siete preziosi.
Vi voglio bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.