Crea sito

Il creatore di sogni – recensione

Il creatore di sogni è il primo capitolo di una trilogia molto promettente, perché con l’aspetto un po’ fantastico e un po’ onirico ci trasporta in un’altra realtà e in più punti invita alla riflessione.

Il creatore di sogni
  • Titolo: Il creatore di sogni
  • Autore: Luca Scopitteri
  • Numero di pagine: 150 circa
  • Codice ISBN: 9781546324218
  • Prezzo: 9.90€ cartaceo, 1.59€ ebook, disponibile su Kindle Unlimited
  • Link per saperne di più cliccando qui

Giacomo è un bambino calmo e tranquillo, ma il suo equilibrio verrà scosso da una serie di avvenimenti: quando sogna, è come se i suoi sogni diventassero reali e molte volte si sveglia con la camera messa a soqquadro, oppure con un koala appeso alla tenda. La reazione dei genitori, in particolar modo del padre, è tutt’altro che calma, perché pensano che non sia frutto dei suoi sogni, ma semplicemente una marachella da bambino e lo sgridano.

Questo non basta, perché gli episodi continuano a verificarsi, fino a quando una mattina si risveglia con un tatuaggio a forma di unicorno sul collo: da qui ci sarà una profonda scissione su i sogni precedenti e quelli che verranno, perché creerà anche oggetti, cambiamenti fisici… qualcosa è cambiato dentro e fuori di lui.

Alla narrazione del Giacomo da bambino si alterna la narrazione del Jay adulto che purtroppo non sogna più di notte, ma continua comunque a sognare nella sua vita, sperando che i suoi desideri si realizzano. In parte sarà così e se ne renderà conto con l’incontro di una splendida ragazza, Emma che stravolgerà la sua vita e lo porterà a una consapevolezza diversa del suo “dono”.

La loro conoscenza però è ostacolata dal suo ex fidanzato Thomas e una serie di eventi strani e particolari si susseguiranno, aventi come protagonisti Jay ed Emma.

La narrazione ha però un tono diverso quando Jay si ritrova da solo, in un mondo onirico probabilmente creato da lui stesso nella vana speranza di fuggire da un dolore? Da una persona? In questo percorso sarà accompagnato dal suo fedele compagno, il koala, che mangiando le sue adorate foglie di eucalipto lo porterà a riflettere e a riscoprire parte del suo passato che aveva sepolto, a rendersi conto di cosa sia diventato e di come si sia evoluto il suo percorso.

Giacomo non è stato un semplice bambino, perché ha da sempre custodito dentro di sé un potere immenso che nessuno era mai riuscito a riconoscere ( forse! ), ma il Jay adulto ha il compito di imparare a gestire il suo dono, il suo potere per poter diventare Il creatore dei sogni e rendere il mondo un posto migliore. Ma al mondo non esiste solo il bene, non esistono solo i bei sogni, ma troppo spesso esistono anche gli incubi che hanno una ripercussione molto forte su di noi, soprattutto se si avverano.

La storia di Jay è il filone principale del romanzo, ma a questo si affiancano anche le storie di altri personaggi, come Emma, un suo amico Guglielmo e Thomas stesso. Ogni storia sarà collegata e assumerà un significato determinante per le vicende.

Per tutto il romanzo si alterneranno sempre i sogni con gli incubi, la luce con l’oscurità, la sicurezza con il pericolo e la magia con il reale; una storia carica di mistero, che affascina il lettore e lo incuriosisce fin dalle prime pagine: cosa si cela dietro le doti speciali di Jay (Giacomo) e cosa rappresenta il mondo onirico dove si trova? Gli interrogativi nel corso del romanzo saranno molti e per analizzarlo a fondo boisogna prestare attenzione ai minimi particolari, in modo da poter cogliere le varie connessioni tra gli eventi.

La tematica affrontata in questo romanzo che mi ha colpita molto è sicuramente quella familiare: per un bambino è importante essere ascoltato e compreso dai suoi genitori, poterci dialogare e scegliere assieme la soluzione più adeguata. Invece, Giacomo, è subito stato etichettato dai suoi genitori come un bugiardo e non hanno chiesto il suo parere prima di farlo ricoverare in una clinica, nonostante fosse un giovane adolescente in grado di poter esprimere la propria opinione. Aldilà delle doti speciali a cui è difficile credere, possedute da Giacomo, questo è un evento che accade spesso e in molte famiglie e inevitabilmente avrà ripercussioni sul bambino, soprattutto a lungo termine.

Avere un dono, essere speciali, potrebbe sembrare una caratteristica solo positiva, ma richiede molta concentrazione e molta consapevolezza di se stessi, delle proprie capacità e dei propri limiti: in questo romanzo vengono affrontati anche questi temi che saranno di fondamentale importanza per il protagonista, perché si può sognare di essere felici, ma non lo si può diventare senza questi elementi essenziali e , purtroppo, lo capirà a sue spese. Il creatore dei sogni ci invita a riflettere su noi stessi, in particolar modo su “cosa siamo”, perché ognuno di noi è luce e oscurità, forza e debolezza, gioia e tristezza, ma c’è bisogno che ognuno di noi scavi nel suo intimo per poter essere chi realmente vuole essere.

L’ambientazione è molto curata, sia quella reale che onirica ed è facile immaginare gli eventi che avvengono nel corso della lettura, a quelli più semplici a quelli più articolati. Questo anche grazie allo stile fluido, scorrevole e facilmente comprensibile dell’autore, che però non rinuncia a un lessico molto vasto e un’ottima presenza di contenuti.

La caratterizzazione dei personaggi è stata molto curata, nonostante la brevità del romanzo e la narrazione in prima persona rende la storia molto più intima e diretta, coinvolgente per il lettore che si sente catapultato nella vita di Jay, quasi avvertendo le sue emozioni e sensazioni.

Sicuramente è il primo capitolo di una trilogia molto promettente, che spero di avere l’occasione di leggere.

Purtroppo, è vero che i fantasmi si nascondono nelle pieghe della memoria, riemergono quando li si cerca, ma non si può sapere con quale forma si manifesteranno.

Sull’autore:

Luca Scopitteri nasce a Novara nel 1977. Laureato in Scienze Politiche indirizzo storico, pubblica il suo romanzo d’esordio Il creatore di sogni nel 2017, primo di una trilogia. Il secondo capitolo Il creatore di ombre edito dalla casa editrice Bookabook nel 2020. Da sempre appassionato di lettura fantascientifica e mistery, mescola mondi reali e onirici, persone comuni a uomini straordinari, dove lo strano diventa la normae il reale difficile da ottenere.

Pubblicato da lalettrice

Mi chiamo Giusi, ho 17 anni e amo leggere. Amo la poesia, credo che proprio come diceva Shakespeare, attraverso le parole delle poesie rendiamo immortali i nostri sentimenti. Amo anche aiutare autori emergenti o case editrici a far conoscere stupendi libri. Grazie a chiunque spenderà il suo tempo a leggere le mie parole, siete preziosi. Vi voglio bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.