Emma e l’Unicorno A ruota libera

Emma e l’Unicorno A ruota libera è una simpatica graphic novel per ragazzi in cui viene raccontata la storia di una bambina e di Marigold Musetto Divino, un unicorno.

Emma e l'Unicorno
  • Titolo: Emma e l’Unicorno – A ruota libera
  • Autrice: Dana Simpson – Tradotto da Laura Bortoluzzi
  • Casa Editrice: Tunuè
  • Numero di pagine: 220 circa
  • Codice ISBN: 9788867904266
  • Prezzo: 15.50€ cartaceo
  • Link per saperne di più cliccando qui

Emma è una bambina che frequenta le scuole elementari, ha una fervida immaginazione e una spiccata intelligenza, ma prima di Marigold Musetto Divino non aveva mai avuto un amico, vittima però delle prese in giro di Dakota, una sua compagna di classe invidiosa e sempre pronta a giudicarla.

Ma l’amicizia tra Emma e Marigold Musetto Divino cresce sempre di più, fino a diventare quasi compagne di vita e a fare parte una della quotidianità dell’altra. Non saranno però gli unici personaggi di cui si parlerà nel corso della storia, ma in più punti comparirà Dakota (la sua compagna di classe), i genitori di Emma e Max (un suo compagno di classe).

Vivremo la quotidianità di una bambina attraverso i suoi occhi, ma da spettatori esterni, grazie anche alle bellissime illustrazioni che ha realizzato l’autrice, ricche di bellissimi colori e molto espressive, che possono incantare un bambino, ma stupire un adulto. Le vicende narrate quindi saranno le mirabolanti avventure che vivranno Emma e il suo Unicorno: pattinate insieme, balli, cotte e così via, ma a momenti più divertenti e apparentemente poco significativi si alterneranno dei passi dove vengono affrontate molte tematiche. O meglio, vengono “sfiorate” lasciando al lettore una libera interpretazione e riflessione, utilizzando le frasi giuste e soprattutto allegandoci delle illustrazioni mozzafiato che rimangono impresse nella mente.

Per questo motivo sono convinta che promuovere una lettura come questa sia importante a qualsiasi età: la corrente comune verso i libri per ragazzi, in particolar modo le graphic novel o i fumetti, dice che bisogna sottovalutarli, perché se sono per ragazzi valgono poco oppure raccontano di qualcosa rivolto esclusivamente a quel pubblico. Personalmente ritengo che questo sia un peccato “libroso” che in molti commettono, ma d’altronde è difficile ammettere che dentro di noi ci sia quella parte bambina che ha bisogno della spensieratezza e della fantasia che contengono questi romanzi, ma anche della formazione e delle riflessioni che sono sempre attuali a qualsiasi età. È necessario partire da queste due premesse per proseguire la lettura di questa recensione.

Perché Emma non è una semplice bambina, è tante bambine e tanti bambini che si nascondono dentro di noi e chiedono di essere ascoltati, perché è vero che crescendo si matura, ma spesso ci si dimentica anche di quello che siamo stati. Di come da bambini i problemi a volte sembrano così piccoli o altre volte troppo grandi e insormontabili, di come una recita scolastica con degli animaletti possa sembrare stupida e banale, ma che per un bambino vuol dire avere il coraggio di mettersi in gioco e provare a dimostrare quanto si vale. Ecco, io questa graphic novel la consiglierei in primis ai genitori per rimettersi nei panni di un bambino e provare a osservare il mondo con i loro occhi.

Le tematiche affrontate in Emma e l’Unicorno A ruota libera sono molteplici: si parla di bullismo e di quella quotidianità scolastica che molto spesso non è un luogo così tranquillo come si pensa, ma si parla anche di come all’interno di questo ambiente si possano conoscere delle belle persone; per tutto il corso della lettura si parla moltissimo dell’amicizia tra Emma e Marigold Musetto Divino che cresce e matura, non diventando più solo il frutto di un desiderio espresso, ma un bisogno reciproco. Perché amicizia vuol dire essere scemi insieme, ridere e fare cose che da soli non faremmo mai, significa esserci nei momenti più tristi o quando il nostro amico ha bisogno di un pizzico di coraggio in più.

La fantasia e l’immaginazione sono anche altre due tematiche di cui si parla in modo velato, ma molto importanti a mio parere su cui soffermarsi. Come anche il consumismo e il capitalismo, l’importanza di seguire le mode e così via.

Emma e la sua dolcezza, la sua ingenuità e il suo spirito mi hanno tenuto una compagnia che mi ha scaldato il cuore, mentre Marigold Musetto Divino con un po’ della sua vanità e del suo spirito ironico mi ha fatto sorridere tantissimo, nascondendo all’interno del suo tono e dei suoi dialoghi molte verità nascoste di cui dovremmo prendere coscienza. Sicuramente Emma e l’Unicorno A ruota libera ha diversi livelli di lettura, che non dipendono solo dall’età, ma dagli occhi e dall’animo con cui si ci approccia a questa lettura.

Il lessico utilizzato e lo stile sono ovviamente molto semplici e scorrevoli, pur mantenendo quella nota di profondità velata tra le righe e le vignette di questa graphic novel.

Ecco un esempio di una parte che mi è piaciuta di più:

Emma e l'Unicorno

ringrazio @pillolediparole per aver organizzato questo tour e la casa editrice Tunuè per avermi permesso di partecipare.

ciao Emma, un abbraccio forte!

Pubblicato da lalettrice

Mi chiamo Giusi, ho 17 anni e amo leggere. Amo la poesia, credo che proprio come diceva Shakespeare, attraverso le parole delle poesie rendiamo immortali i nostri sentimenti. Amo anche aiutare autori emergenti o case editrici a far conoscere stupendi libri. Grazie a chiunque spenderà il suo tempo a leggere le mie parole, siete preziosi. Vi voglio bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.