Crea sito

Ciao lettori, oggi è il giorno della mia tappa per il blog tour del libro “Scommetti che ti amo?”, vi lascio la copertina di questa iniziativa qui:

A me tocca la tappa dell’intervista, quindi vi lascio all’articolo!

Trama:

Damian ha ventisei anni ed è riuscito a trasformare la passione per le auto in un lavoro che lo vede calato nella tuta da meccanico in un’officina a San Francisco. Il ritorno della madre, ritenuta colpevole per la morte del padre, accrescerà la rabbia nel suo animo già insicuro. Summer è un’affabile studentessa all’ultimo anno di college, la quale si ritroverà a dover affrontare una confessione sconvolgente che segnerà l’epilogo della sua storica relazione.

Lei resterà sola con il suo dolore, senza amore, senza amicizie, e Damian sarà l’unico a poterla salvare, mettendo in gioco sé stesso, con una scommessa sul loro rapporto per spingerla a innamorarsi di lui. Summer vorrebbe amarlo, ne sente la necessità, ma il passato ritorna, le situazioni lasciate in sospeso porteranno scompiglio e uno dei due potrebbe essere disposto a bluffare.

Intervista:

Oggi risponderò alle domande che mi ha posto l’organizzatrice del blog tour (@topidabiblioteca) sul romanzo d’esordio di Sarah Brandolini che abbiamo avuto il piacere di poter leggere in anteprima. Sto parlando di ”Scommetti che ti amo?” disponibile su Amazon a partire dal 15 maggio.

Incominciamo con qualcosa di semplice:

  • Prima di iniziare la lettura, cosa ti aspettavi da questo romanzo e quanto le tue aspettative sono state soddisfatte?

Prima di iniziare la lettura mi aspettavo un romanzo non scontato, basato molto sull’analisi dei personaggi e dei loro vari problemi legati al passato, una storia d’amore non piena di cliché, dato che la trama mi incuriosiva parecchio. Le mie aspettative sono state soddisfatte relativamente: i personaggi sono stati ben analizzati, ma avrei preferito ci fossero scene un po’ più originali. Tutto sommato come romanzo d’esordio è molto buono, certo ci sono delle cose da migliorare, ma va bene!

  • Cerca di riassumere ”Scommetti che ti amo?” utilizzando solo tre parole:

Musica, passato, ferite.

  • Cosa credi che lo differenzi dagli altri romanzi di genere romance?

Credo che i romance si assomiglino tutti un po’ tra loro, ma questo libro si differenzia soprattutto per il ruolo fondamentale che gioca la musica nel corso della storia.

  • Paradossalmente, il lettore inizia a conoscere davvero la protagonista, Summer, solo quando ogni sua certezza verrà distrutta. Sola, sconvolta e priva di qualcuno a cui potersi affidare ciecamente, sarà un personaggio ”perso”. Quali sentimenti ti ha suscitato?

Summer è sicuramente una ragazza che ha sofferto molto, per vari motivi e questo mi ha suscitato tristezza anche per la sua storia del passato e non solo quando perde le sue certezze con Will. Tuttavia a volte non ho condiviso a pieno le sue scelte.

  • C’è un personaggio, o più di uno, con il quale sei riuscita ad entrare subito in empatia?

Paradossalmente sono entrata subito in empatia con la storia di Damian, da sempre turbolenta e piena di eventi spiacevoli. Una vita difficile insomma.

  • Cosa ne pensi del rapporto di Damian e Tyler, gemelli e profondamente legati ma, allo stesso tempo, completamente diversi?

Penso che sia bellissimo, perché i gemelli non sono fatti per essere uguali, ma per essere complementari tra loro. Mi piacciono molto!

  • L’aggressività di Damian, ad un certo punto della storia, viene inquadrata in una parola: ”cherofobia”. Pensi che tale diagnosi ti abbia permesso di comprendere più a fondo il personaggio?

Penso che questa diagnosi fosse possibile già dai primi capitoli e che la sua terapeuta abbia dato voce ai pensieri di chi ha letto questo libro. Comprendere Damian non è molto difficile, almeno dal mio punto di vista.

  • In ”Scommetti che ti amo?” la musica gioca un ruolo chiave. Introduce i capitoli esprimendo lo stato d’animo dei personaggi e spesso fa da sottofondo ad alcune scene. Hai apprezzato questa scelta narrativa?

Come ho già detto prima, la musica è una delle cosa originali di questo libro e mi è piaciuta molto questa scelta narrativa, grazie alla quale ho scoperto anche bei titoli!

  • C’è una scena che ti è piaciuta particolarmente?

La scena che mi è piaciuta particolarmente è quella di quando Damian inizia ad aprirsi con la sua psicoterapeuta. E’ molto importante ed ha segnato un bel passo avanti!

  • Per combattere la negatività, Damian e Summer hanno trovato diverse valvole di sfogo. Lui si affida al lavoro e alle corse in auto, lei alla meditazione e all’allenamento fisico. Ad un certo punto però, entrambi ne avranno un’altra: farsi tatuare. Hai trovato altri punti in comune che avvicini questi due personaggi così diversi tra loro?

Tra questi due personaggi ci sono vari punti in comune, uno tra questi è la somiglianza tra i loro caratteri più di quanto si possa evincere da una visione superficiale. Entrambi hanno bisogno di reinventarsi e di essere felici.

  • ”Vorrei dirle ottantamilioni di cose, ma non saprei da dove cominciare.” La storia d’amore tra Damian e Summer è costellata di sms scritti e mai inviati. Quale credi sia il messaggio che abbia voluto trasmettere l’autrice e quanto pensi abbiano inciso queste ”parole non dette” sullo svolgimento della trama?

Le parole non dette incidono sulla vita di tutti noi, quindi inevitabilmente anche sulla trama di questo libro, e paradossalmente sono proprio queste le cose che contano di più e che dovremmo trovare il coraggio di dire. Credo sia questa divisione che creano le cose non dette tra loro due, che l’autrice voleva evidenziare ed evidenziare a non fare.

  • Infine, per quali motivi consiglieresti il romanzo?

Consiglierei questo romanzo a chi è interessato a un romance con delle scene sessuali molto esplicite, perché nel libro si trovano e se il genere non piace potrebbero essere fastidiose. La scrittura, tralasciando questo dettaglio, era molto scorrevole!

Ringrazio l’autrice del libro e l’organizzatrice del blog tour per l’opportunità, vi lascio i loro profili Instagram:

https://www.instagram.com/topidabiblioteca/?hl=it e https://www.instagram.com/_sarettyh_/?hl=it

Link d’acquisto del libro: https://amzn.to/2Zcbl6c

A presto cari lettori, grazie per l’attenzione. @la_lettrice_ • Foto e video di Instagram

lalettrice

Mi chiamo Giusi, ho 17 anni e amo leggere.
Amo la poesia, credo che proprio come diceva Shakespeare, attraverso le parole delle poesie rendiamo immortali i nostri sentimenti.
Amo anche aiutare autori emergenti o case editrici a far conoscere stupendi libri.
Grazie a chiunque spenderà il suo tempo a leggere le mie parole, siete preziosi.
Vi voglio bene.

14 Comments

  1. Madò, ma sei bravissima a fare le interviste. Posso chiederti con che metodica scegli le domande da fare? Chiedo perché vorrei imparare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.