Crea sito

Morgan e l’orologio senza tempo, recensione.

Oggi termina il blog tour dedicato al romanzo “Morgan e l’orologio senza tempo” di Silvia Roccuzzo.

Trovate la presentazione del blogtour qui: https://lalettrice.altervista.org/presentazione-blog-tour-morgan-e-lorologio-senza-tempo/

La mia tappa sul femminismo: https://lalettrice.altervista.org/femminismo-in-morgan-e-lorologio-senza-tempo/

  • Titolo: Morgan e l’orologio senza tempo
  • Autrice: Silvia Roccuzzo
  • Casa editrice: Gruppo Albatros il Filo
  • Numero di pagine: 450 circa
  • Codice ISBN: 978-8830612747
  • Prezzo: 17.50€
  • Link d’acquisto: https://amzn.to/2DGQUX0

Vi lascio la trama perché ho deciso di focalizzarmi meglio sulle mie opinioni personali:

Morgan è un giovane capitano che vive la sua vita all’insegna della pirateria, con la sua fedele ciurma sempre al seguito. Avidità, vanità e presunzione sono tra le sue doti migliori, ne dispensa a profusione mescolandole a una forte ironia e sprezzo del pericolo; nulla di strano, trattandosi di un pirata, peccato che Morgan sia una affascinante piratessa! Un giorno una serie di inspiegabili eventi segnerà il preludio di un’avventura che la porterà a scoprire il suo passato, nonché a segnare il futuro e le sorti della terra in cui vive. Tra inseguimenti, battaglie, inganni e colpi di magia, il capitano e i suoi compagni diventeranno i custodi di un segreto molto antico e di un preziosissimo monile: un misterioso e minuscolo orologio da taschino, le cui lancette stanno ferme sulle dodici esatte… Silvia Roccuzzo esordisce con un fantasy ricco di azione e di sentimento.

Come già ho anticipato nella mia tappa, uno degli aspetti che ho apprezzato particolarmente di questo romanzo è sicuramente la grande valorizzazione che si dà alle donne, soprattutto grazie alla figura di Morgan, ma anche di altri personaggi secondari. Non è un romanzo femminista in cui troverete dei saggi d’elogio verso la donna, ma è un romanzo che attraverso atteggiamenti e brevi riflessioni, vi farà capire l’importanza!

Altro aspetto molto positivo del libro è sicuramente la fluidità: la mole è consistente, ma mi è bastato solamente un giorno o poco più per terminare la lettura; i dialoghi sono semplici e scorrevoli, divertenti e profondi allo stesso tempo, riescono a trasmettere le emozioni dei personaggi. Le descrizioni di luoghi e avvenimenti, anche fantasy, è molto chiara ed è stato un bel viaggio da percorrere con Morgan e la sua ciurma!

Come dicevo prima, questo libro contiene vari spunti riflessivi: il valore del tempo e come spesso cambia per noi, o come noi vorremmo cambiarlo, le leggende che nasconde la nostra storia, il femminismo appunto, ma anche le relazioni sociali, la forza, il superamento degli ostacoli che la vita ci pone costantemente davanti.

Insomma, una lettura che mi sento davvero di consigliarvi! Grazie a Emanuela di @ilmondodisopra per aver organizzato questo evento!

Pubblicato da lalettrice

Mi chiamo Giusi, ho 17 anni e amo leggere. Amo la poesia, credo che proprio come diceva Shakespeare, attraverso le parole delle poesie rendiamo immortali i nostri sentimenti. Amo anche aiutare autori emergenti o case editrici a far conoscere stupendi libri. Grazie a chiunque spenderà il suo tempo a leggere le mie parole, siete preziosi. Vi voglio bene.

3 Risposte a “Morgan e l’orologio senza tempo, recensione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.