Crea sito

Ciao lettori, oggi vi parlo di un libro molto speciale, che ho sentito molto vicino a me per l’evento principale che scatena poi tutto, ma cercherò di spiegarlo meglio nella recensione. Per prima cosa ecco la copertina del libro:

Ecco alcune delle caratteristiche del libro:

  • Titolo: Due occhi in viaggio
  • Autore: Fabio Trombetti
  • Casa editrice: NeP edizioni
  • Codice ISBN: 9788885494701
  • Numero di pagine: 132
  • Prezzo: 15.00€

Giuseppe è un giovane dottore pediatrico che in una giornata di giugno deve sposarsi con Maria, ha molta fretta ed avviene un evento che lo destabilizzerà molto.

In un momento di distrazione, di ansia, dopo tanti semafori rossi e tanta fretta, travolge un passeggino e l’unica cosa che ricorderà sarà le urla della madre e il passeggino che sbatte al suo parabrezza. Non ha il coraggio di fermarsi, così preme il pedale dell’acceleratore e inizia il suo viaggio.

Non si presenta al suo matrimonio, ma entra in autostrada e ci porta con sé alla scoperta dell’Italia Centro-Settentrionale, un viaggio all’interno dei suoi sentimenti e del suo passato.

Proseguo la fuga dalla mia colpa e dalla condanna del mondo. Il mio cuore, dopo essersi quietato per un attimo, dopo aver trovato una pace effimera, sta rallentando ancora, ma stavolta per il dolore. Come stesse morendo. Come a volersi dissociare da me, e l’unico modo per farlo è spegnersi.

Rifletterà molto, sarà molto angosciato e sconvolto, ma riuscirà a comprendere meglio i suoi sentimenti, quelle delle persone accanto a lui o semplicemente molte più cose sul mondo che ci circonda.

Questo viaggio sarà molto importante per lui, ma lo è stato molto anche per me, che in seguito ad un evento molto importante della mia vita e altrettanto sconvolgente, ho quasi sempre ragionato da vittima ed è stato molto difficile mettermi nei panni di chi, proprio come me, si è ritrovato coinvolto.

Lo stile introspettivo della penna dell’autore Fabio Trombetti è stato tra i più belli e scorrevoli che io abbia mai incontrato nelle mie letture, è stata molto coinvolgente perché non parla solo di Giuseppe, ma parla della vita un po’ di tutti noi e ci invita a riflettere, ad essere persone migliori anche senza essere spinti da eventi infausti come quello accaduto al protagonista.

Consiglio questa lettura a chiunque abbia voglia di guardarsi dentro e di guardare al futuro con occhi e un cuore diverso. Di guardare diversamente anche tutte le bellezze che l’Italia ci offre e che spesso diamo per scontate, tutti gli affetti che non curiamo e quindi trascuriamo, tutti i piccoli gesti e i sentimenti che fanno parte della nostra quotidianità, ma che spesso non notiamo.

Tutti gli affetti a cui con il tempo abbiamo rinunciato, abbiamo messo da parte e smesso di lottare per essi. Insomma, ogni tanto bisognerebbe fermarsi a riflettere, e questo libro e questo viaggio che potrete fare da seduti ve lo permetterà, vi sentirete guidati, come se le mani e i piedi di Giuseppe non guidassero il volante e i pedali della sua macchina, ma i vostri pensieri e il vostro cuore.

Le nostre personalità sono come hula hoop; siamo tondi, e finché facciamo girare il nostro cerchio questo ne incontrerà sempre qualcun altro, in una danza senza posa che è il meraviglioso viaggio dell’esistenza. Il problema è quando smettiamo di ondeggiare, l’energia si affievolisce, e il nostro hula hoop cade a terra. Al suo interno rimarrà tutto di noi stessi. Ma smetterà di danzare, e non giocherà più con nessuno. E ciò che siamo si spegnerà, a poco a poco. A meno che non arrivi qualcuno che lo raccolga, e gli dia la spinta per ripartire. E’ per questo, forse, che esistono gli angeli.

Link d’acquisto: https://amzn.to/365HkXn

Ciao lettori, a presto. @la_lettrice_ • Foto e video di Instagram

lalettrice

Mi chiamo Giusi, ho 17 anni e amo leggere.
Amo la poesia, credo che proprio come diceva Shakespeare, attraverso le parole delle poesie rendiamo immortali i nostri sentimenti.
Amo anche aiutare autori emergenti o case editrici a far conoscere stupendi libri.
Grazie a chiunque spenderà il suo tempo a leggere le mie parole, siete preziosi.
Vi voglio bene.

12 Comments

  1. Che recensione meravigliosa, si sente che hai sentito questo libro molto vicino e ne hai colto il significato più profondo. Non posso che farti i miei complimenti e dirti che il tuo blog mi sta piacendo tantissimo. Foto meravigliosa, come sempre ❤️

  2. Una recensione molto sentita, si vede che il libro ti è piaciuto tanto! Ed hai trasmesso anche le sensazioni descritte a chi la legge, complimenti.

  3. La tua recensione invita all’ascolto, all’attenzione due facce di un unica medaglia: la nostra vita. Guardarsi dentro e poi tutt’intorno è la scelta migliore per vivere e non sopravvivere. Grazie!

  4. Grazie per la condivisione, dev’essere sicuramente una storia abbastanza “forte”, di quelle che, inevitabilmente, ti fanno fare delle domande sulla vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.